Cervicale acuta » Rimedi per la Cervicale

Cervicale acuta

Cos'è la cervicale acuta e come si manifesta?

I sintomi della cervicale acuta, un dolore intenso nella zona del collo e le spalle, si ritrovano in un blocco improvviso mentre si gira la testa oppure nella difficoltà a eseguire quei movimenti del collo necessari per portare lo sguardo in alto o in basso.

A volte, i soggetti che incorrono in questo disturbo si trovano impossibilitati a muovere il collo senza un motivo particolare. Tutte queste situazioni possono causare un dolore molto acuto e localizzato.

Spesso chi ha una  cervicalgia acuta avverte anche debolezza alle braccia o perdita di coordinazione delle braccia e delle gambe.

Come agire nei confronti della cervicale acuta?

La fisioterapia provoca una riduzione significativa del dolore e dona la libertà di movimento, a volte anche in poco tempo: spesso non sono necessarie più di due visite. Dopo che il medico competente ha valutato la causa, individua il trattamento adeguato, che rappresenta la chiave di svolta per il sollievo a lungo termine e la diminuzione del fastidio.

Talvolta il professionista sanitario può rendere indipendente il paziente nella prosecuzione del trattamento, grazie a un programma di esercizi personalizzato per il problema specifico, focalizzato sui muscoli profondi del collo e sui muscoli posturali delle spalle e delle scapole. Nei casi più acuti, terapie che sfruttano il caldo o il freddo, da applicare a seconda della tipologia di cervicale, sono utili a ridurre l’infiammazione.

Passiamo ora alle cause…

Le cause della cervicale in forma acuta sono diverse, tra le più importanti troviamo:

Ernia cervicale

L’ernia cervicale è la fuoriuscita di materiale gelatinoso dai dischi vertebrali che hanno subito traumi, questo comporta un’infiammazione che con il tempo causa forte dolore.

Quando avviene il disco perde la capacità di ammortizzare gli urti e crea una protuberanza che comprime i nervi diretti al midollo spinale.

Tra i sintomi principali abbiamo il dolore al collo che tende a espandersi lungo il braccio, mal di testa, formicolii alle braccia, difficoltà di movimento delle dita della mano e lieve intorpidimento.

Le cause maggiori dell’ernia cervicale sono dovute ad usura, causata da lavori pesanti o attività sportiva, invecchiamento, in cui si ha una perdita di elasticità dei dischi, traumi, come ad esempio il colpo di frusta.

Ipercifosi dorsale

Questa patologia, comunemente confusa con la “cifosi”, è un aumento della normale curva cifotica nella parte dorsale del rachide. Le cause possono essere di diverso tipo, tra cui le posture sedute scorrette ( chi lavora in ufficio ed è costretto a passare molto tempo seduto davanti al computer). Nelle bambine tra gli 8 e i 12 anni è frequente l’ipercifosi astemica, mentre nei ragazzi in via di sviluppo si parla di morbo di Scheuermann (scoliosi) comunemente noto come dorso curvo giovanile.

Iperlordosi lombare

l’iperlordosi è una curvatura della colonna vertebrale situata nella zona lombare, il soggetto quindi porta indietro i glutei e in avanti l’addome.

Tra le cause più comuni troviamo accorciamento dei muscoli flessori d’anca e accorciamento dei muscoli estensori lombari che possono essere aggravate da diversi fattori tra cui la gravidanza, sovrappeso, fratture, lussazioni, traumi e artrosi.

Queste patologie possono essere alleviate da uno stile di vita sano, attività sportiva ed esercizi specifici per la disfunzione da cui si è affetti e un alimentazione corretta.

Torna su