Cervicale, a chi rivolgersi?

Sempre più spesso i medici segnalano l’aumento di patologie a carico della cervicale. Dolori alla testa, al collo, alle spalle, dovuti anche alle cattive abitudini posturali e alla scarsa attività fisica. In questa guida vogliamo darvi utili suggerimenti sugli specialisti a cui rivolgersi in caso di cervicale.

Cervicale: di cosa si tratta

La cervicale, termine più breve per indicare una cervicalgia che si concretizza in un dolore, è un disturbo a carico dell’apparato dei muscoli e delle ossa. Poiché interessa il collo con i muscoli e le innervazioni che contiene, si comprende come possa irradiarsi fino a dare disturbi alla testa e alla stessa schiena.

Chi cura la cervicale? a chi rivolgersi?

A questo punto, se anche voi vi trovate in una di queste condizioni, potreste volervi rivolgere a qualcuno che vi aiuti praticamente e concretamente. La cosa importante è che sia realmente specializzato nel trattamento di questo stato. Diversamente, potrebbe fare danni.

La figura di riferimento in tal senso è il “fisioterapista” specializzato in problemi della cervicale.

Sarebbe bene farsi diagnosticare il disturbo da un ortopedico, per poter poi accedere alle cure necessarie, anche tramite servizio sanitario nazionale.

In secondo luogo, referti alla mano, si potrà accedere ad una visita specialistica nella quale si potranno approfondire le cause.

Si parla di anamnesi, cioè di un colloquio approfondito nel quale il medico vi chiederà delle vostre abitudini, della storia clinica famigliare e così via.

A questo punto il medico vi farà una visita obiettiva per capire l’entità del disturbo, eventualmente avvalendosi di risonanze magnetiche o lastre.

Solo a questo punto potrà strutturare con voi una terapia riabilitativa, fatta di esercizi specifici per far passare il dolore e nuove abitudini posturali per impedire che ritorni.

I migliori specialisti

Accanto al fisioterapista, ci sono altre figure di riferimento che possono intervenire a seconda del tipo particolare di disturbo e dell’approccio che si vuole intraprendere.
A seguire i più consigliati:

  • agopuntore: in questo caso ci si può rivolgere allo specialista in agopuntura, a patto che la cervicale non sia di origine traumatica. L’agopuntura può diminuire infatti un’eventuale infiammazione in corso e dare sollievo dal dolore. Un ciclo di sedute, da ripetere magari in periodi di stress, può dare grande giovamento;
  • massoterapista: si tratta in questo caso di rivolgersi ad un esperto in medicina di riabilitazione pratico di massaggi. Anche in questo caso non ci devono essere traumi o patologie più serie, che devono essere trattate in modo più incisivo. Sedute di massaggi periodici sono consigliate ad esempio a chi svolge un lavoro sedentario e passa molte ore in posizione seduta;
  • osteopata: si tratta di un esperto che opera specificatamente sui nervi allentando la compressione sulla cervicale;
  • chirurgo: a questo specialista è bene rivolgersi in casi gravi che necessitano di un’operazione per risolvere il problema. Potrebbe quindi rimuovere un disco sofferente a causa di un’ernia, che potrà poi sostituire con un’altra struttura ossea integra. Naturalmente in questo caso la situazione deve essere molto compromessa.
Torna su