Cuscino per Cervicale in Memory Foam » Rimedi per la Cervicale

Cuscino per Cervicale in Memory Foam

I guanciali, o cuscini per cervicale in memory foam sono consigliati per chi ha problemi di cervicale, grazie alla loro particolare struttura che accoglie in maniera confortevole il collo.

Perché scegliere un cuscino per cervicale?

Per dormire bene di fondamentale importanza è la scelta del cuscino. Un buon cuscino per cervicale ti permette di riposare e di svegliarti senza alcun tipo di dolore o pesantezza.

Cos'è il memory foam?

Le origini

E’ incredibile, ma per andare a scoprire le origini del memory foam dobbiamo risalire addirittura alla NASA!

E’ stato, infatti, usato per ammortizzare i seggiolini delle navicelle spaziali, per permettere agli astronauti di muoversi agevolmente e di affrontare nel modo migliore l’alta pressione dovuta alla navigazione.

Il significato

Il memory foam deriva il suo nome dall’inglese.
“Foam” significa “schiuma”, mentre “Memory”, significa “memoria” ossia la capacità di memorizzare la forma anche dopo molto tempo.

Da cosa è composto il memory foam?

Il memory foam è un materiale viscoelastico, composto da una schiuma densa a base di poliuretano, con l’aggiunta di determinate sostanze che variano a seconda di chi lo produce e vanno ad influire sulla densità del memory stesso.

Perché scegliere un cuscino per cervicale in memory foam?

L'importanza di saper scegliere

Il cuscino in memory foam permette di poggiare correttamente la testa ed il collo, in quanto favorisce il modellamento e di conseguenza migliora la qualità del sonno e del benessere notturno.

La scelta del cuscino è importantissima, almeno quanto la scelta di un buon materasso, perché entrambi determinano la qualità del nostro sonno.

I vantaggi

Un buon cuscino in memory foam consente un buon risveglio e di conseguenza aiuta a iniziare bene la giornata, influendo positivamente sul nostro umore. Inoltre, grazie alla sua particolarità di adattamento aderisce perfettamente alla forma della nuca garantendo cosi un allineamento corretto della nuca con il corpo.

Un cuscino sbagliato può provocare dolori al collo, contratture e mal di testa che si avvertono chiaramente appena ci si sveglia.

Consigli per un buon cuscino

Per scegliere il cuscino migliore bisogna guardare 2 cose

  • La consistenza
  • L’altezza

Per quanto riguarda la consistenza, tendenzialmente è preferibile scegliere un cuscino soffice e morbido. Ma non troppo, altrimenti la testa affonda troppo indietro e c’è il rischio di un movimento sbagliato del collo.

Di contro un cuscino troppo duro, non accoglie il collo e può provocare un’eccessiva tensione e rigidità.

Per quanto riguarda l’altezza, l’uso di un cuscino troppo basso determina una posizione innaturale del collo e un’eccessiva curva all’indietro, di contro, un cuscino troppo alto provoca un’inclinazione in avanti del collo e conseguente danno per lo stesso.

Quindi sia per la consistenza che per l’altezza vale la regola della via di mezzo, ossia bisogna cercare un giusto compromesso.

Conclusioni

Il cuscino spesso si sottovaluta e lo si classifica come mero accessorio del materasso, ma abbiamo visto che non è così, e che svolge una funzione fondamentale per il nostro riposo.

Il consiglio è quello di testare il cuscino poggiando la testa, prima di scegliere quale prendere.

Torna su