Iperlordosi: sintomi, cause, cure e rimedi

L’iperlordosi o iperlordosi lombare, è un’alterazione della colonna vertebrale che si rende evidente mediante una forte accentuazione della curva lordoica, cioè la parte inferiore della colonna vertebrale.

Quali sono i sintomi dell'Iperlordosi?

Se la deformazione della spina dorsale è lieve il problema è quasi del tutto asintomatico, cioè privo di sintomi.

Nei casi in cui il problema è più grave e quindi la curvatura è molto accentuata possono esserci diversi sintomi tra i quali:

  • Forte dolore nella zona lombare;
  • Il manifestarsi della sciatalgia a causa della compressione del nervo sciatico;
  • Parestesie come formicolii, intorpidimento e prurito agli arti inferiori, nel caso si dovesse verificare la compressione di uno o più nervi;
  • Difficoltà a mantenere la posizione eretta o seduta per un periodo di tempo prolungato.

Quelli elencati di sopra possono essere definiti sintomi generici. In caso di iperlordosi possiamo avere una sintomatologia molto specifica quale:

  • Un’addome molto protuberante, portato fuori a causa dell’accentuazione della curvatura della spina dorsale;
  • Glutei con la tendenza a spostarsi verso dietro;
  • Rotazione del bacino o l’inclinazione di quest’ ultimo verso l’esterno.

Quali sono le cause scatenanti?

Le cause sono quasi sempre di solito associate a posizioni posturali non corrette che il soggetto acquisisce durante l’arco della giornata e che si protraggono nel tempo. Tuttavia possono esserci anche cause patologiche.

Le cause più comuni per l'iperlordosi sono:

  • Postura sbagliata mentre si è seduti, ad esempio se si lavoro per molto tempo al computer. Anche quando si è in piedi si può assumere una postura scorretta, come la tendenza a caricare il peso corporeo da un solo lato;
  • Fattori quali peso, sia in stato di gravidanza, dove nell’ultimo periodo la donna tende ad aumentare di peso, sia in caso di obesità o sovrappeso, dove in entrambi i casi si andrà a caricare maggiormente il peso sulla spina dorsale così da deformarne la forma naturale;
  • Muscoli addominali e paravertebrali non abbastanza forti da sostenere in modo adeguato le vertebre
  • Problemi come fratture e lussazione al bacino, alle anche o ai femori.

Per quanto riguarda le cause patologiche abbiamo:

  • Problemi presenti fin dalla nascita(congeniti)al livello del bacino o alle articolazioni dell’anca;
  • Problemi delle ossa come osteoporosi e artrosi;
  • Ernia del disco.

La lordosi e la cervicale

Le cause della cervicale possono essere varie, ma un fattore scatenante a volte è proprio la lordosi. Come per la lordosi, che viene scatenata da problemi di postura, muscoli bassi della schiena poco resistenti o flessibili o cause patologiche come osteoporosi, possono portare di conseguenza all’infiammazione della cervicale, tra cui sintomo molto comune è dolore al collo.

Cure e rimedi per l'iperlordosi

E’ fondamentale rivolgersi ad un medico che stabilirà le dovute cure ed esse dipenderanno dal fattore scatenante:se ad esempio si è in stato di sovrappeso o obesità sarà senz’altro consigliato di perdere peso.

Possono essere prescritti farmaci con funzione analgesica, che aiutano a ridurre e alleviare il dolore, anche se temporaneamente. Un’altro rimedio fondamentale è l’attività fisica, nello specifico svolgere esercizi di ginnastica posturale con l’aiuto di un fisioterapista esperto. Infatti questi hanno la funzione di rafforzare la muscolatura addominale. In ogni caso è opportuno fare prevenzione esercitandosi ad assumere una postura corretta.

Se l’iperlordosi è in uno stato avanzato a cause di problemi congeniti, o quando la situazione è comunque più grave, è necessario ricorrere ad un intervento chirurgico in grado di effettuare la correzione desiderata. L’uso di ausili ortopedici, come il busto, può rivelarsi utile.

Spero di essere stato d’aiuto. Lascio un link dove potete approfondire l’argomento: https://it.m.wikipedia.org/wiki/Postura_iperlordotica

Torna su