sintomi della cervicale

Quali sono i Sintomi della Cervicale?

Quali le cause della Cervicale?

La colonna cervicale o cervicale è una rete coordinata di nervi, ossa, articolazioni e muscoli diretti dal cervello e dal midollo spinale. È progettato per la forza, la stabilità e la comunicazione nervosa.

Comunemente, ci sono una serie di problemi che causano dolore al collo, l’irritazione lungo le vie nervose può causare dolore alla spalla, alla testa, al braccio e alla mano. L’irritazione del midollo spinale può provare dolore alle gambe e in altre aree al di sotto del collo.

Il collo, noto anche come colonna vertebrale cervicale, ha il compito sia di proteggere il midollo spinale sia di sostenere la testa, pur consentendo una buona gamma di movimenti.

Alcuni movimenti esercitano una pressione graduale o improvvisa sul collo e il conseguente sforzo può causare disagio, così i muscoli del collo diventano vulnerabili al dolore e alla rigidità.

Il collo fa parte del rachide cervicale e la cervicalgia è un modo per descrivere il dolore intenso e il disagio che deriva da questo tipo di dolore al collo.

La cervicalgia o infiammazione della cervicale è un termine usato per descrivere il dolore o un disagio significativo nel collo, localizzato sopratutto nella parte posteriore e / o sui lati, che spesso si irradia fino alla schiena e alle braccia, provocando rigidità e dolore.

La ricerca mostra che per qualche motivo, più donne che uomini soffrono di cervicale, mentre la sintomatologia e la durata dell’infiammazione della cervicale cambiano da una persona all’altra.

Se in molti casi, infatti, il dolore alla cervicale può essere di lieve entità e scomparire nel giro di pochi giorni, in altri casi e in alcuni soggetti si verifica un costante disagio associato all’infiammazione della cervicale, che diventa una vera e propria patologia.

Vediamo in che modo si manifesta e quali sono i più comuni sintomi della cervicale.

I sintomi della Cervicale acuta e cronica

Nervi, ossa, dischi, muscoli, legamenti e articolazioni, insomma tutte le strutture cervicali possono causare dolore al collo quando sono irritate o infiammate.

È importante sapere che esistono due tipi di dolore al collo cervicale: acuto e cronico.

  1. Dolore al collo acuto

    La cervicalgia acuta è un grave dolore lancinante che si irradia anche alle spalle.

    Alcune persone che soffrono di cervicalgia acuta avvertono anche altri sintomi estesi, come debolezza alle braccia o perdita di coordinazione delle braccia e delle gambe.

    I pazienti con i seguenti sintomi devono consultare immediatamente un medico: deficit neurologico progressivo, come perdita di sensibilità e vertigini, possono indicare danni ai nervi.

    In alcuni casi però, quando questi sintomi sono accompagnati anche da mancanza di appetito, perdita di peso, nausea e vomito, potrebbe indicare un’infezione o patologie più gravi.

  1. Dolori al collo cronico

    La Cervicalgia cronica è meglio descritta come dolore che è presente per un periodo prolungato.

    È accompagnato da dolore che si irradia dalle braccia alle mani e alle dita.

    Un nervo schiacciato è una causa comune di dolore cronico al collo, ma ci sono altre potenziali cause, l’intensità del dolore determinerà se è necessario un approccio non chirurgico o chirurgico.

Il dolore cervicale, se di lieve entità, è di solito localizzato, il che significa che non si irradia in altre parti del corpo: si presenta come una sorta di un torcicollo o difficoltà a muovere la testa da un lato all’altro ed ha la durata di pochi giorni.

Non tutti però hanno sintomi lievi. Per alcune persone, il dolore alla cervicale può essere grave e debilitante.

I sintomi della cervicale più comuni includono dolori acuti, intorpidimento o una sensazione di shock elettrico che si irradia lungo il collo.

Le condizioni peggiorano ruotando o inclinando la testa su entrambi i lati.

Generalmente chi soffre di cervicale accusa infatti un dolore severo in quanto l’infiammazione e la costrizione muscolare rendono addirittura difficile muoversi, molte persone avvertono costante mal di testa e senso di oppressione nella parte superiore della schiena.

Ecco i principali sintomi della cervicale che si possono manifestare in caso di infiammazione:

Il dolore al collo può anche essere associato a dolore facciale e intorpidimento o formicolio alle braccia (parestesie delle estremità superiori).

A seconda delle condizioni, a volte esso è accompagnato da dolore alla parte alta della schiena e / lombare e febbre.

L’area del rachide cervicale è la sede di organi e nervi sensoriali, il che significa che la cervicalgia può essere responsabile anche di altri tipi di sintomi.

Uno studio del 2016 ha rilevato che in alcuni pazienti la cervicale era spesso associata anche ad acufeni molto frequenti(ronzio nelle orecchie) e ai problemi di udito. Sono stati anche individuati sintomi di tipo cardiovascolare.

In un altro studio del 2012, che riguardava il rapporto tra disturbi psicologici e cervicalgia (molti dei quali erano dovuti a cambiamenti degenerativi che si verificano nella colonna cervicale), la cervicale era definita come una sindrome clinica solitamente associata a limitata mobilità del collo e/o dolore localizzato in una o entrambe le braccia. Il dolore alla cervicale si accompagnava frequentemente ad una sensazione di spilli e aghi nelle dita.

Il gruppo di ricerca ha scoperto che i cambiamenti di umore, in particolare l’ansia e la depressione, spesso fanno parte del quadro clinico, confermando che la cervicale presenta dunque una sintomatologia anche di natura psicologica.

Fare passi avanti verso la riduzione dei sintomi della cervicale è più facile quando la cervicalgia non è accompagnata da ansia o depressione.

I ricercatori hanno anche notato che quando il dolore al collo è presente precocemente nella spondilosi cervicale, potresti avere un rischio più elevato di ansia o depressione.

Nei casi più gravi l’infiammazione cervicale può portare alla degenerazione della colonna vertebrale cervicale e persino ad altri sintomi come mielopatia o radicolopatia, oltre che all’aumento del rischio di altre condizioni come osteoartrosi e stenosi spinale cervicale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su